Pietre per affermare il terzo chakra

Il terzo chakra si trova in prossimità dell’ombelico ed è chiamato anche Manipura. Mantenere in equilibrio il terzo chakra permette di muovere la propria vita nella direzione giusta e in modo sicuro ed equilibrato. L’equilibrio del terzo chakra permette anche di aver un portamento fermo e di esprimersi in modo deciso.

La funzione del terzo chakra

I chakra del plesso solare é legato all’energia del fuoco, per questo è collegato con la volontà e l’autostima. Il suo sviluppo si ha intorno ai 4/6 anni e continua sino ai 10/12 anni, momento in cui i bambini hanno una sorta di “separazione” emotiva dai genitori. Esprime infatti l’essere un individuo autonomo dal diritto di agire.

Il terzo chakra in equilibrio rende il soggetto auto-motivato, con capacità decisionali e analitiche oltre che una buona forza di volontà. La persona è affidabile e accetta le sfide, difficile che si faccia influenzare e conosce il proprio posto nel mondo.

Qualora invece si siano vissuti eventi traumatici durante la maturazione del Manipura come: genitori troppo autoritari, attacchi personali all’autostima, responsabilità eccessiva per l’età e così via, il terzo chakra sarà in disequilibrio e non si sarà sviluppato correttamente. Le conseguenze sono che si viva con scarsa autostima, ci si ritenga incapaci e non in grado di prendere decisioni.

Vi può anche essere un eccesso di attività del plesso solare e in questo caso si possono verificare comportamenti manipolativi, aggressivi e dominatori. Ci si trova davanti ad un soggetto ostinato e arrogante.

Sia che il terzo chakra sia in eccesso di attività sia che sia in down, ci si trova davanti a uno squilibrio per questo motivo è bene lavorare per ripristinarne l’equilibrio.

7 pietre per affermare il terzo chakra

Qualora il terzo chakra sia in disequilibrio è possibile lavorare su di esso con la cristalloterapia e le pietre per affermare il terzo chakra.  Le pietre collegate sono di solito di colore giallo, chiaro simbolo di luce ed energia. Possono essere utilizzate anche pietre di altro colore a seconda di ciò che si deve andare a riequilibrare. Scopriamo insieme quali sono.

Agata gialla

L’agata gialla lavora sul terzo chakra aiutando a fare chiarezza sui propri desideri, dona gioia e ottimismo sia sul lato spirituale che su quello psichico. Garantisce protezione e lucidità. Aiuta nel mettere a fuoco le situazioni e ad arrivare a soluzioni pragmatiche. Inoltre dona la capacità di gestire influenze esterne.

Quarzo citrino

Fra le pietre per affermare il terzo chakra, il quarto citrino dona equilibrio favorendo la fiducia in sé stessi, combattendo la paura di fallire e aiutando a portare a termine i progetti.

Calcedonio giallo

Questa pietra lavora partendo dal centro delle emozioni agendo sulla sfera emotiva e spirituale. L’utilizzo del calcedonio per il terzo chakra aumenta l’autostima e rende consapevoli. Si hanno maggiormente chiari le proprie aspirazioni e i propri sentimenti.

Calcite gialla

La calcite gialla favorisce il vigore fisico, equilibra le emozioni ed è ideale per la meditazione quando si lavora sul terzo chakra e per essere mentalmente attivi.

Berillo

Il berillo agisce donando sicurezza, combattendo stress e nervosismo. Rende perseveranti e aiuta ad accrescere la fiducia in sé stessi. Armonizza e combatte le crisi emotive.

Ambra

L’ambra, resina fossile, stimola la solarità e la gioia di vivere riattivando il campo energetico. Dona fiducia in sé stessi e rende ottimisti, aiutando a raggiungere il successo e mantenendo l’intraprendenza. Nella sfera mentale allontana depressione e malinconia.

Pirite

La pirite aiuta il soggetto a rimuovere i conflitti che si creano nelle relazioni a causa dello squilibrio del terzo chakra, quindi ad affermare la propria vera natura. Inoltre promuove la creatività.

Calcite gialla

Dona energia sul lato fisico e su quello mentale, aiutando la guarigione e la crescita personale.

Topazio giallo

Fra le pietre per affermare il terzo chakra, il topazio giallo agisce sull’intelligenza e proteggendo dalle negatività.

Occhio di tigre

Questa pietra lavora sul radicamento a terra, permettendo di riordinare pensieri e sentimenti oltre a favorire la crescita personale. Aiuta a superare i momenti difficili senza perdere il coraggio e anche a difendersi da situazioni e persone che sono opprimenti. Dona spirito d’iniziativa restando coerenti e capaci nell’azione.

Utilizzo delle pietre per affermare il terzo chakra

Le pietre per il terzo chakra si possono utilizzare o poggiandole direttamente sul plesso solare e facendo meditazione o reiki. In alternativa si portano in tasca o appese al collo come ciondoli o bracciali.

Si possono anche inserire nella federa del cuscino e vi si dorme sopra oppure messe nella vasca da bagno con sale grosso e poi restando immersi per circa 15 minuti.

Dopo ogni uso è consigliato purificare le pietre prima dell’uso successivo.

Scopri tutta la collezione di creazioni in pietre naturali firmata Harmoondy