I benefici della Salvia bruciata sullo spirito e sulla salute

I benefici della salvia sono numerosi, sia a livello spirituale che sulla salute di chi la brucia. Usata al pari dell’incenso si trova praticamente ovunque, anche se ne esistono di diversi tipi la Salvia Officinalis è la più diffusa e utilizzata.

Veniva bruciata per i suoi benefici già in tempi molto antichi e la sua storia risale alla cultura dei nativi americani. Questo popolo pare usasse la salvia per proteggersi dalle punture di insetti e dalle malattie. In alcuni paesi veniva anche utilizzata per liberarsi dal fumo.

Ma per quale motivo la salvia viene ancora oggi bruciata e usata come incenso? Vediamo quali sono i suoi benefici sullo spirito e sul corpo.

I benefici spirituali della salvia bruciata

i-benefici-della-salvia-bruciata

Bruciare un bastoncino di salvia, nell’angolo migliore della propria abitazione, quando ci si sente stressati o sopraffatti aiuta a riequilibrare il proprio benessere spirituale. Associata all’utilizzo di oli essenziali e cristalli specifici, la salvia serve ad allontanare le energie negative dal proprio corpo, facendo spazio alla positività.

La Salvia bruciata non pulisce solo l’energia di chi la utilizza ma anche quella dell’ambiente circostante, il fumo che sale verso l’alto serve a purificare l’aria e porta al raggiungimento di un benessere interiore che si trasforma in pace e tranquillità. Neutralizza ioni negativi e ioni positivi e crea la situazione ideale per attrarre vibrazioni spirituali positive e benefiche. In mancanza della salvia la si può sostituire con del Palo Santo, del sandalo o del cedro.

Il fumo della salvia bruciata, inoltre, crea uno scudo protettivo intorno a chi la utilizza. Allontana le energie malvagie e ti fa prendere maggiore consapevolezza dei tuoi obiettivi e di ciò che desideri. Brucia un bastoncino di salvia in ogni ambiente che desideri purificare.

I benefici della salvia bruciata sulla salute

La salvia bruciata non porta con sé solo benefici di tipo spirituale ma giova anche alla salute. Infatti, questa erba è famosa per le sue proprietà antibatteriche e disintossicanti.

Sembra anche che migliori le capacità cognitive dell’individuo, per quanto non esistono comprovate ricerche scientifiche a sostegno di questa tesi. Si dice, infatti, che agisce sul sistema nervoso migliorando la capacità del corpo di rispondere a stress, infortuni e malattie.

Se la salvia bruciata viene utilizzata insieme agli oli essenziali è in grado di calmare mente e corpo, e aiuta a mantenere uno stato rilassato allontanando le tensioni, anche a livello muscolare.

Come utilizzare la salvia bruciata in casa

come-utilizzare-la-salvia-bruciata-in-casa

La salvia bruciata è semplice da utilizzare ed è possibile sfruttarla per rituali di purificazione casalinghi. Pratiche sicure, veloci e assolutamente innocue, poiché il fumo della salvia non presenta alcun effetto collaterale o controindicazione.

Basta acquistare della salvia secca, che è possibile trovare già in rametti legati pronti da bruciare, appoggiarla su un piattino, sono perfetti quelli da incenso, e accenderla. Oltre al fumo sprigionerà anche un intenso profumo.

I batteri all’interno della stanza in cui si utilizza la salvia possono ridursi fino al 94%. Se c’è la possibilità il consiglio è quello di scegliere della salvia bianca per questo tipo di rituali, in mancanza di questa varietà la classica salvia tradizionale va bene uguale.

Quando accendi il mazzetto di salvia cerca di aprire la finestra, in modo da non riempire eccessivamente l’ambiente di fumo e dare la possibilità alle energie negative di defluire via dall’abitazione, e prima di appoggiare le erbe sul piattino muovile nell’aria, così che la loro influenza raggiunga ogni angolo. Per spegnerlo sarà sufficiente sfregare la salvia sul piattino oppure utilizzare un po’ di sabbia per estinguere le braci.

Ricorda: è importante bruciare la salvia per almeno 15/20 minuti, prendi questo momento solo per te, per liberare la mente e sentir fruire l’energia all’interno del tuo corpo.